Aumento morti sul lavoro !


Aumento morti sul lavoro !

Di lavoro si continua a morire. Lo dice l’Inail secondo cui i casi di infortunio denunciati nei primi dieci mesi dell’anno sono stati 534.605, in aumento dello 0,2% rispetto allo stesso periodo del 2017. Ma il dato più eclatante sono i decessi: si sono registrate 945 morti, un + 9,4 per cento in più rispetto allo scorso anno. “Quello che colpisce - dice l’avvocato Domenico Musicco, presidente della Onlus Avisl (Associazione Vittime Incidenti Stradali sul Lavoro e Malasanità) è che nella maggioranza dei casi la causa è sempre e solo una: l’inosservanza delle misure di sicurezza. Gli incidenti sul lavoro si ripetono con una frequenza e una dinamica che non hanno nulla di nuovo ma che sono inaccettabili perché potrebbero sempre essere evitate, eppure a queste morti sembriamo vergognosamente anestetizzati. La crisi ha spazzato via l’applicazione delle norme di sicurezza. Il lavoro che riparte è più fragile di prima. Il ribasso dei costi di produzione determina un lavoro sempre più esposto a rischi per la salute dei lavoratori.